Anche questa sera una spledida lezione di Yoga. In mezzo allla bufera Virus, la mia lezione rimane. Tra le allieve due infermiere, di cui una nuova che mi stringe forte la mano, bene venga, io non ho alcun timore, coltivo la mia salute da una vita e la mia fede non vacilla mai. Non so da dove viene, forse da mia nonna, era una donna semplice, una contadina, ha lavorato tutta la vita fino all’ultimo giorno, poi se né andata, tranquilla, per lei la morte era la cosa più naturale del mondo, aveva più di ottanta anni, era felice di andarse dopo una vita piena e ricca ma anche molto, ma molto faticosa. Di questa sana fatica non è rimasta traccia, di questa fede granitica nemmeno. Ma devo dire una cosa, questa forza, questa pace, questa serenità interione non è un dono del cielo, senza yoga si scioglie come neve al sole, forse per mia nonna la sua attività fisica, il rastrellare i campi era il suo yoga, per me oggi c’è questa splendida pratica. Eravamo in tre, gli altri chiusi in casa probabilmente a guardare la televisione, a lasciarsi contagiare da un Virus ben peggiore di questo: quello della paura! Eravamo in quattro con me e abbiamo fatto un bel lavoro, per noi e il mondo intero senza che nessuno lo sappia in mezzo a questa bufera di parole, voci e isteria collettiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.