Ieri una ragazza che per la prima volta ha fatto yoga si è sopresa che ci siamo divertiti, ha detto che pensava che si stava tutti come monaci in una sorta di preghiera oppure che erano tutte fighe alte con i leggins attillati scolpiti sui glutei. A volte mi chiedo quante persone rinunciano allo yoga perchè si immagino qualcosa che poi non è. Lo yoga che pratico è prima di ogni altra cosa un’incontro tra voi e me. Non ho un protocollo o delle regole, mi adatto alle vostra capacità, e cerco di venire incontro ai vostri desideri. Lo yoga che insegno è PER TUTTI. Si può ridere durante la lezione certo, molte posizioni sono buffe, quando le facciamo la prima volta impossibili, ci troviamo in una realtà estranea al nostro quotidiano. Alla fine della lezione ho detto Namaste a tutte quardando ogni persona negli occhi e dicendo cosa significa NAMASTE: RICONOSCO IL DIVINO CHE È IN TE. Sempre la stessa ragazza si è commossa, nessuno glielo aveva mai detto. E per me è cosi, riconosco sempre il divino che è in voi anche senza Namasté, perchè riconosco il Divino che è in me e che porto quando insegno YOGA, NAMASTE. Il senso ultimo dello yoga è questo riconoscere in sé stessi e negli altri la Divinità che ovviamente non sta solo in fighe alte con i leggins o in monaci vestiti di bianco che recitano mantra. IL DIVINO è in ognuno di noi, solo che sta a noi scoprirlo e poi manifestarlo anche se siamo rigidi e all’inizio non riusciamo a fare quasi nulla, il DIVINO è li, paziente aspetta il nostro risveglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.